Motocross

MXGP, nuova doppietta per Tony Cairoli a Uddevalla

Nuovo doppio successo e classifica mondiale MxGP sempre più plafonata

Settantesima vittoria in carriera ed un bel po’ di punti in classifica sono il bottino che Tony Cairoli porta a casa dalla trasferta in terra svedese sul tracciato di Uddevalla. L’insidiosa pista scandinava ha mietuto anche quest’anno la sua “vittima” illustre, quel Clement Desalle che al via della seconda manche è rimasto coinvolto in una tanto spettacolare quanto paurosa ammucchiata che lo ha tagliato fuori dai giochi.

Tony Cairoli in fuga fin dal via

La tattica messa in campo a Maggiora è stata replicata qui a Uddevalla da Tony Cairoli. Pronti via ed è subito selezione per due vittorie nette e senza possibilità di appello per gli avversari: “Sono davvero molto contento, non ero al top fisicamente, quindi non mi aspettavo questo risultato. Però sono partito forte sentendomi subito bene sulla moto, grazie anche all’allenamento della scorsa settimana. Spro di riuscire ad andare avanti così e provare ad essere al top ogni weekend.

 

MXGP in Germania, vince Desalle soffre Cairoli

Clement Desalle trionfa con la Suzuki

Clement Desalle porta la sua Suzuki in vetta al GP di Germania nella categoria MXGP. Il nostro Tony Cairoli è costretto al quinto posto per crampi allo stomaco, dopo un weekend partito in salita con la quinta posizione sullo schieramento di partenza.

EMX125Podium_MXGP_11_D_2014 MXGP in Germania a Clement Desalle sulla Suzuki

Bel risultato sul tracciato di casa per Max Nagl

L’undicesimo round del mondiale MXGP ha visto le moto scendere sul tracciato di Teuthschenthal. Di fronte al pubblico di casa, Max Nagl non ha sfigurato vincendo gara 1 e dovendosi però accontentare di un settimo posto nella seconda manche, vinta magistralmente proprio dal belga Clement Desalle, che recupera così qualche punto in classifica generale su Cairoli.

Tony Cairoli limita i danni

Il nostro campione ha dovuto fare i conti con una forma influenzale abbastanza potente che lo ha di fatto menomato nelle energie. Il messinese della KTM ha però sfruttato tutto il suo talento per limitare al massimo i danni, ottenendo un quinto e un quarto posto nelle due manche.

MXGp, la Spagna sorride a Clement Desalle

Doppietta per il pilota belga sul circuito spagnolo Talavera de la Reina

Condizioni davvero particolari hanno accolto i piloti della MXGp sul circuito spagnolo Talavera de la Reina, reso insisdioso e di fatto monotraiettoria dall’irrigazione forse non proprio adeguata. Ad approfittarne al meglio è stato il pilota belga della Suzuki Clement Desalle, che con questa doppietta recupera la seconda posizione in classifica generale.

Il podio del GP di Spagna classe MXGP

Weekend in salita per Tony Cairoli

Antonio Cairoli ha patito parecchio le strane condizioni della pista, che non gli hanno permesso di rendere come al solito. Non essendo partito davanti, l’italiano ha dovuto fare i conti che le difficoltà di sorpasso, che in gara 1 lo hanno relegato in sesta posizione. Meglio in gara 2, nella quale Cairoli ha saputo disfarsi subito degli avversari, guadagnando la seconda posizione sempre dietro a Desalle, imprendibile sulla pista spagnola.

Le conferme di Jeremy Van Horebeek

Ancora du epiazzamenti molto consistenti per Jeremy Van Horebeek; il belga della Yamaha ha concluso in seconda posizione la prima manche e in quarta la seconda. In crescita anche Steven Frossard, quinto assoluto, e prestazione incoraggiante per David Philippaerts che è riuscito a terminare due manche senza problemi chiudendo settimo assoluto.

MXGp, Tony Cairoli si aggiudica anche la tappa di Valkenswaard

In Olanda Tony Cairoli vince davanti a Jeremy Van Horebeek e Kevin Strijbos

La sabbia amica del circuito olandese ha permesso a Tony Cairoli di portare a casa un nuovo successo in questa stagione MXGp 2014 che lo vede sempre padrone della classifica generale, con 31 punti di vantaggio sul primo inseguitore, la rivelazione Jeremy Van Horebeek su Yamaha. Il terzo posto di gara 1 è un risultato molto buono se si pensa al grave rallentamento subito a causa della rottura dei raggi alla ruota anteriore. Precisione e velocità gli hanno invece consentito di dominare la seconda manche, chiusa con oltre 10 secondi di vantaggio su Kevin Strijbos, secondo all’arrivo.

Il podio della MXGp sul tracciato di Valkenswaard in Olanda

Jeremy Van Horebeek, una prestazione due volte stupefacente

Stupefacente una volta perchè il giovane pilota belga di casa Yamaha sta conducendo una stagione a livelli elevatissimi considerando la poca esperienza nella massima serie. Stupefacente una seconda volta se pensiamo che le condizioni fisiche del pilota non erano certamente le migliori vista la brutta caduta rimediata in allenamento solo poche ore prima della gara. Ora Van Horebeek ha conquistato la seconda posizione in campionato strappandola al più blasonato Clement Desalle, autore invece di due gare decisamente poco brillanti.

Appuntamento per domenica 11 maggio in Spagna

I motori non faranno a tempo a raffreddarsi completamente visto che i riflettori della MXGp si riaccenderanno già domenica prossima sul circuito Talavera de la Reina in Spagna.

MXGp in Bulgaria, Tony Cairoli torna a vincere

La pioggia non ferma Cairoli verso il successo in Bulgaria

Tony Cairoli torna a dominare la MXGP, di scena in questo weekend sulla terra bulgara di Sevlievo, con un secondo posto in gara 1 e la vittoria in gara 2. La pista, resa davvero difficile dalla pioggia insistente, non ha rallentato il campione del mondo che ha saputo invece sfruttare a suo vantaggio le particolari condizioni del tracciato.

Cairoli torna a vincere in Bulgaria

Cairoli infrange la maledizione Bulgaria

Tony Cairoli non ha mai raccolto molto su questo tracciato, che è sempre stato foriero di risultati poco esaltanti per il pilota siciliano. Era infatti dal 2007 che Cairoli non vinceva qui a Sevlievo, quando ancora correva in MX2. Vincere qui non è stato facile, soprattutto a causa delle pessime condizioni meteo: “All’inizio ho avuto un buon ritmo, poi è stato molto difficile, la pista è diventata molto scivolosa, ho rischiato di cadere, per restare in piedi ho dovuto mettere giù il piede sinistro (infortunato nelle gare precedenti ndr), e ho sentito dolore, spero di non essermi fatto niente. Ma sono molto felice per il risultato.

Cosa hanno fatto gli avversari?

Gautier Paulin si è aggiudicato gara 1 con un bel vantaggio di 8 secondi su Cairoli. Il francese non è riuscito a replicare la stessa performance in gara 2, chiusa in 4a posizione a oltre 40 secondi di distacco dalla vetta. Continuano i risultati positivi del giovane Jeremy Van Horebeek, che porta a casa un altro podio con il terzo posto assoluto.

Classifiche aggiornate dopo la tappa in Bulgaria

MXGP in Trentino, vittoria per Clement Desalle

Clement Desalle si aggiudica la tappa MXGp in Trentino

Ad Arco di Trento non abbiamo visto ciò che ci aspettavamo e che volevamo vedere. Ma del resto anche il nostro Tony Cairoli è umano e può avere qualche giornata no. Di questo però ne ha approfittato un arrembante Clement Desalle che, dimenticati i problemi alla spalla, ha chiuso alle spalle di Gautier Paulin la prima frazione per poi aggiudicarsi quella successiva, portando a casa la sua prima vittoria di stagione.

week end amaro per tony cairoli ad arco di trento

Giornata no per Tony Cairoli

Partenza difficilissima per Tony in gara 1: un errore lo costringe a riprendere la gara in ultima posizione, impostando così una rimonta forsennata verso le posizioni di vetta. Anche in gara 2 però le cose non cambiano e l’italiano della KTM si ritrova, causa scivolata, ancora ad inseguire i piloti di testa. Week end amaro che si chiude con una quinta posizione assoluta che gli consente di rimanere in vetta alla classifica generale con un vantaggio di 17 punti su Desalle.

Degli altri italiani solo Davide Guarneri è riuscito a piazzarsi nei top ten aggiudicandosi un onorevole nono posto; dodicesimo invece Alex Lupino, che in apertura è stato limitato da una partenza nelle retrovie da cui è rinvenuto sino al 17° posto per poi rifarsi in Gara 2 con un bel ottavo.

Classifiche delle due manche e mondiale aggiornate

MXGP in Brasile, Tony Cairoli replica la doppietta

Doppia vittoria per Tony Cairoli nella MXGP in Brasile

La fame di vittoria non si arresta mai per il nostro Tony Cairoli, che non sazio della doppietta in Thailandia, ieri in Brasile ha replicato imponendosi in entrambe le manche del terzo appuntamento del Campionato Mondiale MXGP. Leadership consolidata anche in classifica generale, sempre più guidata dal fuoriclassa italiano che sulla terra rossa di Beto Carrero ha dimostrato (ancora una volta) di essere un gradino sopra chiunque altro nella categoria.

MXGP in Brasile, Tony Cairoli replica la doppietta

E i rivali di Cairoli dove sono?

In casa Suzuki, Clemente Desalle porta a casa due terzi posti, che in ottica classifica generale gli consentono di mantenere la seconda posizione assoluta. Bel podio ieri per Jeremy Van Horebeek, pilota Yamaha alla sua seconda stagione in MXGP, secondo in gara 1 e poi quarto nella seconda manche, complice qualche errore di troppo. La Kawasaki di Gautier Paulin invece è stata artefice di una spettacolare rimonta in gara 1 che ha portato il francesce a concludere in sesta posizione. Chiude secondo in gara 2.

MXGP Race 1 top ten: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 35:20.774; 2. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:15.869; 3. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:20.205; 4. Maximilian Nagl (GER, Honda), +0:23.385; 5. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:38.482; 6. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +0:40.168; 7. Todd Waters (AUS, Husqvarna), +0:40.489; 8. Joel Roelants (BEL, Honda), +0:42.346; 9. David Philippaerts (ITA, Yamaha), +0:48.790; 10. Rui Goncalves (POR, Yamaha), +0:50.241

MXGP Race 2 top ten: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 35:51.801; 2. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +0:05.250; 3. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:08.899; 4. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:12.086; 5. Maximilian Nagl (GER, Honda), +0:17.009; 6. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:20.798; 7. Rui Goncalves (POR, Yamaha), +0:47.380; 8. Matiss Karro (LAT, KTM), +0:50.317; 9. Steven Frossard (FRA, Kawasaki), +0:52.792; 10. Todd Waters (AUS, Husqvarna), +0:55.113

Red Bull X-Fighters, il World Tour riparte da Mexico City

Venerdì 14 marzo e Sabato 15 marzo, la Plaza de Toros di Mexico City sarà lo scenario del primo appuntamento del Red Bull X-Fighter 2014, il Campione francese Tom Pages difenderà il suo titolo.

Red Bull X-Fighters 2014

Lo scorso anno Pages aveva vinto il primo round, mettendo subito in chiaro chi era l’uomo da battere e chi sarebbe stato poi il vincitore finale di questa elettrizzante manifestazione. Anche quest’anno sembra essere lui il favorito al titolo.

Levi Sherwood, Josh Sheehan, Daniel Torres, Erick Ruiz Rodriguez e Mathieu Rebeaud dovranno mettere in campo tutte le loro abilità per provare a contrastare l’enorme talento del francese di motocross freestyle.

Il calendario quest’anno prevede 5 appuntamenti da non perdere assolutamente:

Mexico City – 14 marzo

Osaka – 25 maggio

Madrid – 27 giugno

Monaco – 19 luglio

Pretoria – 23 agosto

Nell’attesa che lo show cominci, gustiamoci qualche immagine spettacolare:

Mondiale Motocross, Tony Cairoli domina in Thailandia

Tony Cairoli torna davanti a tutti in Thailandia, teatro del secondo appuntamento con il Mondiale Motocross 2014 sul circuito di Si Racha. Sottotono Gautier Paulin.

Mondiale Motocross, Tony Cairoli domina in Thailandia

L’enorme tracciato di Si Racha ha ospitato lo scorso week end la seconda tappa del Mondiale Motocross 2014 e il nostro Tony Cairoli è tornato a dominare le scene sul terreno drenante e morbido, di terra rossa del circuito thailandese.

I dolori che ancora attanagliavano il campione siciliano sembra non abbiano più avuto voce in capitolo qui in Thailandia, dove Cairoli è riuscito ad imporre un ritmo sempre maggiore col passare dei giri, precludendo ogni speranza per gli inseguitori.

Ecco le sue dichiarazioni post gara: “È stata una gara fantastica, siamo molto contenti di questa doppia vittoria. Ovviamente non eravamo al 100%, ma la pista mi piaceva moltissimo quindi ho potuto esprimere al meglio le mie caratteristiche di guida. La pista era molto tecnica e il caldo davvero opprimente, quindi è stata per tutti una gara difficile, una delle più dure del campionato.”