MotoGp in Argentina, la conferenza stampa dei piloti



Tutto pronto per il primo GP in Argentina sul circuito Termas de Rio Hondo

La MotoGP torna in Argentina dopo un’assenza di 15 anni; era infatti il 1999 quando sul circuito Oscar A. Galvez a Buenos Aires, Kenny Roberts Jr vinse nella categoria 500 sulla sua Suzuki. Quest’anno, su un circuito nuovo, il favorito è ancora una volta Marc Marquez, forte delle due vittorie nelle prime due gare della stagione.

MotoGp in Argentina, la conferenza stampa dei piloti

Le dichiarazioni di Marc Marquez in conferenza stampa

Sarà un weekend interessante perchè il circuito è nuovo per tutti. Dobbiamo lavorare un po’ di più per raggiungere la perfetta messa a punto. Ci sono curve interessanti, il layout del tracciato è molto bello e la gamba è migliorata. È la prima gara che corriamo in Sudamerica, i tifosi qui sono appassionati come gli spagnoli e gli italiani. Dal Qatar mi sento più forte e ogni vittoria mi da tanta fiducia. La pressione c’è sempre perchè la gente si aspetta sempre di più. Noi proviamo a fare del nostro meglio.

Valentino Rossi pensa al podio mancato in America

Era un altro circuito, ma il nove volte Campione del Mondo è l’unico pilota della classe regina ad essere già stato nel paese sudamericano. Ecco le sue parole: “Non è la prima volta per me in Argentina, senza contare che in Sudamerica avevamo corso anche in Brasile. Allora il circuito di Buenos Aires era abbastanza difficile, mentre la prima impressione di questa pista è stata molto positiva, sia per la scorrevolezza che per le strutture che vi sono. Ad Austin ho avuto un problema allo pneumatico e senza di quello il podio era alla mia portata.

Incognita gomme e wild card d’eccezione

Non rimane dunque che vedere quali saranno gli sviluppi in pista, considerando come è ovvio che sia la grossa incognita gomme. Bridgestone, dopo le problematiche affrontate in America, dovrà tenere la guardia alta per non incappare in una nuova disastrosa performance che la metterebbe definitivamente in una posizione davvero scomoda.

Nella categoria Moto2 invece ci sarà l’apparizione di Sebastian Porto, ex pilota argentino, che parteciperà in rappresentaza del suo Pease in sella a una Kalex del team Argentina TSR Motorsport.

Leave a Comment