Il futuro tecnologico dei motociclisti



In un momento particolare come quello che sta attraversando il nostro Paese, una delle passioni nazionali che non ha nessun calo è quella delle due ruote, siano esse scooter o moto. Per gli italiani guidare questi mezzi, che sono anche un aiuto concreto specialmente nel traffico urbano, è ancora un piacere oltre che un costume molto diffuso. In questi ultimi anni si è assistito a una evoluzione che punta soprattutto sulla tecnologia, per offrire ai conducenti e ai passeggeri maggiore comfort e anche una guida più sicura. Sono nati così il controllo di stabilità, quello di trazione, l’ABS e l’acceleratore elettronico, ma l’evoluzione non sta mai ferma, ed ecco che sono state presentate due novità destinate a incidere molto in questo settore,: lo scooter a 4 ruote e il casco che consente ai motociclisti una maggiore visione della strada.

All’edizione 2014 di Eicma la Quadro, azienda svizzera, ha presentato una novità assoluta nel campo degli scooter: il Quadro4, dotato di 4 ruote; un modello che accoppia le doti di praticità tipiche delle due ruote con la stabilità offerta dalle quattro. Il suo design, per quanto riguarda la parte anteriore è molto filante, mentre al posteriore si presenta più massiccio. Presentato al pubblico nell’area esterna Motolive lo scorso 4 novembre il Quadro4 è dotato di un motore monocilindrico con 346 cmc di cilindrata, con testata a 4 valvole e differenziale integrato, che fornisce una potenza di 30 cavalli, quella tipica di uno scooterone, anche se il Quadro4 appare come una via di mezzo tra un “quad” e una “citycar”. Altre caratteristiche del motore, che è collocato in una posizione centrale, sono l’iniezione elettronica ed il raffreddamento a liquido. Il serbatoio da 15 litri di capacità, permette di percorrere circa 300 km con un pieno di benzina. Tra i possibili compratori c’è molta attesa anche per scoprire il suo prezzo, che non è stato ancora svelato, e che i dirigenti dell’azienda hanno anticipato come molto concorrenziale. Gli esperti del settore, dopo aver visto da vicino il veicolo e le sue specifiche tecniche ipotizzano un prezzo tra i 9 ed i 10 mila Euro. Al momento della sua commercializzazione si tratterà poi di scoprire quale sarà il costo relativo alla sua assicurazione, ed in questo caso i guidatori alla ricerca della migliore assicurazione al miglior costo potranno trovare un valido aiuto.

Il Quadro4 è agile e ha un ottimo comportamento anche su terreni sterrati e può scendere senza problemi anche gli scalini, oltre a offrire la stabilità garantita dalle quattro ruote. Il punto di forza del nuovo prodotto dell’azienda svizzera, è l’innovativo sistema di sospensioni di cui è dotato, di tipo oleo-pneumatiche con una struttura del tipo a parallelogramma “Hts”, che garantisce sia una perfetta stabilità che la possibilità di effettuare in curva delle pieghe fino a 45°. Per quanto riguarda l’impianto frenante sono presenti 4 dischi, ciascuno da 240 mm di diametro, ognuno montato su un cerchione, e la frenata integrale si ottiene sia azionando le leva sinistra che il pedale, mentre se si agisce con la leva destra si ottiene di frenare solo con l’asse anteriore. Il vano sottosella, che può ospitare un casco integrale, è provvisto di una presa da 12 volt che consente il collegamento dei dispositivi elettronici. Nel retro scudo sono disposti anche due vani anteriori, in uno dei quali è presente una seconda presa, sempre da 12 volt, che può alimentare il GPS. Il secondo, di dimensioni ridotte, può essere utilizzato per riporre i documenti o dei piccoli oggetti. Anche il bauletto posteriore ha una buona capacità e può ospitare due caschi integrali. Altre dotazioni del Quadro4, sono lo schienale che assicura un maggior comfort al passeggero, il parabrezza regolabile e la coperta copri gambe. Una piccola chicca è rappresentata dalle manopole e dalla sella riscaldabili. Il Quadro4 arriverà sul mercato dalla prossima primavera, disponibile in 4 colorazioni, Swiss Red, Snow White, Titanium Grey e Raw Black.

L’altra novità è rappresentata dallo Skully AR-1 un casco integrale della casa americana che unisce praticità e sicurezza, grazie alla sue soluzioni di ultima generazione. Lo Skully AR-1 integra uno schermo “HUD (Head Up Display)” capace di proiettare all’interno della visiera le informazioni provenienti dal display del navigatore e permette di collegarsi con il proprio “smartphone”, tramite la connessione “Bluetooth”. Tutto questo può essere fatto senza dover togliere lo sguardo dalla strada e quindi con maggiore sicurezza. Inoltre nella zona posteriore interna della calotta è stata posizionata da parte dei tecnici statunitensi, una piccola telecamera che, con un grandangolo di 180°, consente al pilota di sapere cosa succede dietro di lui, sempre guardando il display HUD. La struttura dello Skully AR-1 è in fibra di vetro “tricomposita” ed il casco ha l’omologazione “DOT” e l’approvazione di sicurezza “ECE”. Il design dello Skully AR-1 è lineare ma nello stesso tempo aggressivo, ed al momento sono previsti solo 2 colori, bianco e nero, ma prima della commercializzazione si potrebbero aggiungerne altri. Il suo lancio sul mercato dovrebbe arrivare entro la fine dell’anno, o con maggiore probabilità entro metà del 2015, con un prezzo che si dovrebbe aggirare sui 1000 dollari. Tra le sue caratteristiche tecniche si segnalano la visiera antinebbia ed antigraffio, la calotta aerodinamica, ed il sistema di sgancio rapido sia della visiera che della mantoniera.

Helmet Casco Skully AR 1

Leave a Comment