Marc Coma

Marc Coma conquista la Dakar 2014

Gli 8733 km della Dakar 2014 hanno finalmente il nome del nuovo vincitore, Marc Coma, che con la KTM conquista così, per la quarta volta nella sua strepitosa carriera, la vittoria nel rally raid più difficile del mondo. Completano il podio Jordi Viladoms e Olivier Pain.

 

Marc Coma conquista la Dakar 2014

 

Marc Coma non ha sbagliato niente neanche in quest’ultima tappa, da una parte la sua KTM ha funzionato a dovere, dall’altra il pilota spagnolo ha sempre avuto in mano la situazione, amministrando o attaccando a seconda delle condizioni degli avversari. L’ultima tappa ha visto i piloti partire in ordine inverso rispetto alla classifica, e questo ha permesso a Coma di studiare al meglio il tracciato e seguire le scie lasciate dai suoi avversari.

 

La tattica difensiva di Coma ha consentito al pilota di tagliare la linea del traguardo in 18esima posizione con un ritardo di 13’23” dal leader di giornata, Cyril Despres, distacco che gli vale la vittoria della 35esima edizione della Dakar, con un vantaggio di 1 ora, 52 minuti e 27 secondi su Viladoms. È la quarta in carriera, dopo quelle del 2006, 2009 e 2011.

 

Sfuma per poco il terzo gradino del podio per Cyril Despres. Il francese manca l’obiettivo per soli 35 secondi. Joan Barreda invece ha chiuso l’ultima tappa 2° a due minuti e mezzo da Despres, chiude la sua Dakar in 7a posizione, un risultato certamente non appagante per lo spagnolo che era rimasto in gara per la vittoria finale fino alla penultima tappa, quando ha dovuto fare i conti con la sfortuna delle noie meccaniche. Bene i nostri portacolori Paolo Ceci e Luca Viglio che finiscono rispettivamente in 19esima e 76esima posizione. Laia Sanz, l’unica donna ad aver finito la corsa quest’anno classificandosi in 16esima posizione, a 8 ore 3 minuti e 2 secondi da Marc Coma.

 

Classifica generale dopo Tappa 13 (Finale):

1. Marc Coma (ESP, KTM) 054:50:53
2. Jordi Viladoms (ESP, KTM) +01:52:27
3. Olivier Pain (FRA, Yamaha) +02:00:03
4. Cyril Despres (FRA, Yamaha) +02:00:38
5. Helder Rodrigues (PRT, Honda) +02:11:09
6. Jakub Przygonski (POL, KTM) +02:31:46
7. Joan Barreda (ESP, Honda) +02:54:01
8. Daniel Gouet (CHL, Honda) +03:10:34
9. Stefan Svitko (SVK, KTM) +03:50:10
10. David Casteu (FRA, KTM) +03:58:09
16. Laia Sanz (ESP, HONDA) +08:03:02
19. Paolo Ceci (ITA, SPEEDBRAIN) +08:24:06
76. Luca Viglio (ITA, BETA) +49:39:55

Dakar 2014, Cyril Despres vince la 12esima tappa

La penultima tappa della Dakar 2014 è stata vinta ieri dal pilota Yamaha Cyril Despres, che ha preceduto Marc Coma, secondo a 2 minuti, e al francese Olivier Pain, terzo a quasi 6 minuti di distacco. Male Joan Barreda.

 

Dakar 2014, Cyril Despres vince la 12esima tappa

 

Cyril Despres continua verso quello che ormai rimane il suo unico obiettivo della Dakar 2014, agguantare il podio. E lo fa conquistando la terza vittoria nell’edizione, dominando di fatto l’intera prova speciale, da El Salvador a La Serena per un totale di 699 km. Marc Coma, ancora una volta, ha giocato d’astuzia, amministrando il grande vantaggio in classifica generale e sfruttando anche la giornata nera dell’unico suo inseguitore, Joan Barreda. Lo spagnolo si è dovuto fermare intorno al km 264 per sistemare la sua Honda, che ha accusato problemi meccanici, addirittura a 25 km dal traguardo la moto ha subito anche la rottura della piastra di sterzo superiore, relegando il pilota a 2 ore 29 minuti e 35 secondi di ritardo sul tempo di Cyril Despres.

 

Oggi è in corso l’ultimo stage: 535 km di terra e cactus che porteranno la carovana alla meta finale a Valparaiso. Visto che nulla è scontato alla Dakar, Marc Coma dovrà rimanere concentrato per portare a casa, per la quarta volta, il titolo del Rally Raid più famoso e difficile del mondo.

 

 Classifica generale dopo Tappa 12:

1. Marc Coma (ESP, KTM) 052:40:16
2. Jordi Viladoms (ESP, KTM) +01:59:49
3. Olivier Pain (FRA, Yamaha) +02:10:16
4. Cyril Despres (FRA, Yamaha) +02:14:01
5. Helder Rodrigues (PRT, Honda) +02:20:39
6. Jakub Przygonski (POL, KTM) +02:37:23
7. Joan Barreda (ESP, Honda) +03:04:54
8. Daniel Gouet (CHL, Honda) +03:17:10
9. Stefan Svitko (SVK, KTM) +03:52:45
10. David Casteu (FRA, KTM) +04:01:42
16. Laia Sanz (ESP, HONDA) +08:40:40
19. Paolo Ceci (ITA, SPEEDBRAIN) +08:25:58

Marc Coma sempre più vicino alla vittoria finale

Nella tappa di ieri, la 11esima della Dakar 2014, lo spagnolo della KTM Marc Coma ha ottenuto la vittoria che gli consente di mettere altri minuti preziosi tra sè e i suoi diretti inseguitori Joan Barreda, vincitore ieri, e Jordi Viladoms, distaccato ormai di oltre 2 ore.

 

Marc Coma sempre più vicino alla vittoria finale

 

A solo 2 tappe dal traguardo finale, la Dakar 2014 parla solo spagnolo, con 3 piloti nelle prime 3 posizioni della classifica generale. La tappa di ieri ha portato la carovana da Antogafasta a El Salvador: 779 km, 605 dei quali  cronometrati, attraverso il deserto di Atacama.

 

Marc Coma ha saputo gestire la tappa in maniera magistrale, marcando stretto chi gli stava vicino, Cyril Despres per l’occasione, e poi sferrando l’attacco finale nella seconda parte di tracciato, infliggendo oltre 2 minuti al francese della Yamaha, che però può ancora puntare al podio. Joan Barreda ieri “solo” quinto a oltre 8 minuti. Sempre bene Paolo Ceci. L’italiano sulla Speedbrain ha chiuso ieri in 16esima posizione a poco più di mezz’ora dalla vetta, dietro a Laia Sanz, un risultato davvero ottimo che lo porta in 19esima piazza in classifica generale.

 

Oggi penultima tappa, con la prima parte della speciale si correrà in alta quota per poi spostarsi nuovamente sulle dune, spesso fonte di insidie per i piloti. Questa la classifica generale dopo la tappa 11:

1. Marc Coma (ESP, KTM) 048:24:41

2. Joan Barreda (ESP, Honda) +00:52:36

3. Jordi Viladoms (ESP, KTM) +02:07:56

4. Olivier Pain (FRA, Yamaha) +02:21:40

5. Helder Rodrigues (PRT, Honda) +02:30:35

6. Cyril Despres (FRA, Yamaha) +02:31:18

7. Jakub Przygonski (POL, KTM) +02:43:55

8. Daniel Gouet (CHL, Honda) +03:24:35

9. Stefan Svitko (SVK, KTM) +03:46:32

10. David Casteu (FRA, KTM) +04:07:56

Joan Barreda domina la 10a tappa della Dakar 2014

Joan Barreda, lo spagnolo di casa Honda, lo aveva detto: “Continuerò ad attaccare”. E così ha fatto dominando la 10a tappa della Dakar 2014, conquistando la sua quarta vittoria nell’edizione attuale e recuperando 11 minuti sul leader Marc Coma.

 

Joan Barreda domina la 10a tappa della Dakar 2014

 

Mancano solo 3 tappe alla conclusione della Dakar 2014 ed è ora che i giochi di classifica si fanno serrati. La tappa di ieri lunga 499 km era divisa in tre segmenti, con destinazione finale Antofagasta in Cile. È proprio lungo lo sviluppo di questi tre tronconi che Joan Barreda sferra il suo attacco, andando al comando nel corso già al termine della prima parte di speciale.

 

Alla fine lo spagnolo riesce a mantenere il suo ritmo per tutti i km che lo separano dal traguardo, dove arriva con circa 11 minuti sui diretti inseguitori. Cyril Despres alla fine chiude terzo a quasi 10 minuti di ritardo, mentre Marc Coma decide di amministrare il vantaggio che comunque conserva in classifica generale, accontentandosi della 5a posizione di tappa.

 

Paolo Ceci completa la tappa con un ottimo quindicesimo tempo, a meno di mezz’ora dalla testa.

 

Classifica generale dopo la 10a tappa:

1. Marc Coma (ESP, KTM) 041:48:33

2. Joan Barreda (ESP, Honda) +00:44:10

3. Jordi Viladoms (ESP, KTM) +02:02:03

4. Olivier Pain (FRA, Yamaha) +02:16:12

5. Helder Rodrigues (PRT, Honda) +02:21:16

6. Cyril Despres (FRA, Yamaha) +02:28:27

7. Jakub Przygonski (POL, KTM) +02:29:15

8. Daniel Gouet (CHL, Honda) +03:05:54

9. Stefan Svitko (SVK, KTM) +03:33:07

10. David Casteu (FRA, KTM) +03:41:54

Marc Coma vince la nona tappa della Dakar 2014

Marc Coma si è aggiudicato ieri la nona tappa della Dakar 2014, da Calama a Iquique, seguito sul podio dagli ormai unici veri compagni di viaggio Joan Barreda e Cyril Despres. Dietro di loro il vuoto.

 

Marc Coma vince la nona tappa della Dakar 2014

 

Sembra, anzi è ormai certo da qualche tappa, che la Dakar 2014, così come era nei pronostici, sarà solo e soltanto un discorso a tre. Marc Coma oggi vincitore sul traguardo marinaro di Iquique, guadagna oltre 1 minuto su Joan Barreda, secondo, e più di 5 minuti su Cyril Despres. Il resto del gruppo è distaccato “anni luce”, si potrebbe dire, prendendo a prestito una battuta di Valentino Rossi, che “quei tre la” fanno un altro sport.

 

La tappa di ieri era una delle più attese perchè dopo il gran caldo preso nei giorni scorsi, l’arrivo al mare ha giovato certamente ai piloti. 422 Km di speciale letteralmente tutti in discesa, con la partenza da circa 3400 metri di altitudine e l’arrivo quasi a zero.

 

Bene ancora Laia Sanz, di cui abbiamo parlato ieri qui, ieri nona all’arrivo; la top ten conferma il suo grande talento, che unito ad una forza di volontà ne fanno una donna praticamente inarrestabile, che guadagna anche un’altra posizione nella classifica generale. Paolo Ceci è arrivato ieri al traguardo in diciannovesima posizione, recuperando anch’egli qualche scalino in classifica, dove ora occupa la 22esima posizione assoluta.

 

Classifica generale aggiornata dopo la 9 tappa:

1. Marc Coma (ESP, KTM) 036:55:24 hrs
2. Joan Barreda (ESP, Honda) +00:40:19
3. Jordi Viladoms (ESP, KTM) +01:38:45
4. Jeremias Israel Esquerre (CHL, Speedbrain) +02:07:06
5. Olivier Pain (FRA, Yamaha) +02:16:10
6. Helder Rodrigues (PRT, Honda) +02:24:25
7. Jakub Przygonski (POL, KTM) +02:25:16
8. Cyril Despres (FRA, Yamaha) +02:29:56
9. Daniel Gouet (CHL, Honda) +02:57:42
10. David Casteu (FRA, KTM) +03:23:06

Dakar 2014, Cyril Despres vince l'ottava tappa

Il traguardo in Cile dell’ottava tappa della Dakar 2014 ha visto transitare davanti a tutti Cyril Despres, il pilota Yamaha che in questa seconda parte della competizione sta recuperando terreno sui diretti avversari Marc Coma e Joan Barreda, ieri rispettivamente terzo e secondo all’arrivo.

 

Dakar 2014, Cyril Despres vince l'ottava tappa

 

Se non avesse ricevuto la penalizzazione di 1 ora alla 5a tappa, Cyril Despres sarebbe ora terzo in classifica generale a 1h e 23 minuti di distacco da Marc Coma, che continua a guidare la classifica. Probabilmente le sorti della competizione sarebbero diverse, anche se abbiamo imparato che alla Dakar nulla può essere dato per scontato, e tutto può succedere.

 

Tappa non troppo complicata quella di ieri, che ha visto i piloti muoversi intorno al Salar de Uyuni, il lago salato più grande al mondo, dovendo fare i conti “soltanto” con il fatto di trovarsi a quasi quattromila metri di quota. Marc Coma prosegue sapientemente con la sua strategia difensiva, tenendo a mira i due rivali e “accontentadosi” del terzo posto di tappa. Joan Barreda dal canto suo invece aveva provato a scappar via, ma l’impresa questa volta non gli è riuscita.

 

Da notare la strepitosa prestazione di Laia Sainz, unica donna rimasta in gara; la spagnola ieri ha conquistato la quindicesima posizione, a soli 21 minuti da Despres. In classifica generale è ora 17esima, ma le chance di scalare qualche altra posizione sono più che mai concrete. Il nostro Paolo Ceci ha chiuso la tappa 26esimo e in classifica generale guadagna una posizione, ora è 25esimo.

 

Classifica aggiornata dopo l’ottava tappa:

1. Marc Coma (ESP, KTM) 32:06:19 ore
2. Joan Barreda (ESP, Honda) +00:38:08
3. Jordi Viladoms (ESP, KTM) +01:27:22
4. Alain Duclos (FRA, Sherco) +01:49:09
5. Jeremias Israel Esquerre (CHL, Speedbrain) +01:52:05
6. Olivier Pain (FRA, Yamaha) +01:59:07
7. Jakub Przygonski (POL, KTM) +02:06:06
8. Helder Rodrigues (PRT, Honda) +02:12:41
9. Cyril Despres (FRA, Yamaha) +02:23:58
10. Daniel Gouet (CHL, Honda) +02:38:51

Dakar 2014, Joan Barreda torna a vincere

Vittoria di Joan Barreda alla settima tappa della Dakar. Il pilota spagnolo ottiene così la terza vittoria nell’edizione 2014, recuperando quattro minuti al leader Marc Coma, oggi secondo.

 

Dakar 2014, Joan Barreda torna a vincere

 

Dopo il giorno di riposo, ieri la carovana della Dakar è ripartita verso Valparaiso sconfinando per la prima volta nella storia della competizione in Bolivia, dove i piloti hanno torvato grande accoglienza e supporto. Fin dal via di questa ultima marathon (nessuna assistenza ai piloti tra la tappa di ieri e quella di oggi), sono i senatori Marc Coma e Cyril Despres a prendere il comando, anche perchè il pilota di testa vincitore della sesta tappa Alain Duclos sbaglia strada praticamente subito dopo il via, pagando circa 20 minuti di ritardo.

 

Ma è Joan Barreda a far il vero capolavoro; il suo ritmo gli consente di avvicinare il duo di testa e superarlo, andando così a conquistare la terza vittoria in questa edizione della Dakar. A questo punto le posizioni si congelano, Coma amministra cedendo solo 4 minuti al connazionale. Despres dal canto suo ottiene un importante terzo posto, recuperando così parecchie posizioni in classifica generale.

 

Ancora un ottimo risultato di Paolo Ceci, 20esimo al traguardo di Uyuni. L’italiano ora è in 26esima posizione in classifica generale a oltre 6 ore di distacco.

 

Classifica aggiornata dopo la 7a tappa:

1. Marc Coma (ESP, KTM) 26:40:44 hrs
2. Joan Barreda (ESP, Honda) +00:38:14
3. Jordi Viladoms (ESP, KTM) +01:16:03
4. Alain Duclos (FRA, Sherco) +01:16:35
5. Jeremias Israel Esquerre (CHL, Speedbrain) +01:39:29
6. Olivier Pain (FRA, Yamaha) +01:50:42
7. Jakub Przygonski (POL, KTM) +01:54:52
8. Helder Rodrigues (PRT, Honda) +02:08:18
9. David Casteu (FRA, KTM) +02:23:50
10. Cyril Despres (FRA, Yamaha) +02:26:13
26. Paolo Ceci (ITA, Speedbrain) +06:06:48

Dakar 2014, Cyril Despres penalizzato

Penalizzazione di 1 ora inflitta a Cyril Despres per aver mancato un WP durante la ormai famigerata 5a tappa della Dakar 2014, che di fatto perde uno dei favoriti alla vittoria finale.

 

Dakar 2014, Cyril Despres penalizzato

 

Cyril Despres non ricorderà con molto piacere le ultime due tappe della Dakar 2014. Dopo una deludente quarta tappa nella quale ha accusato un forte ritardo al traguardo, anche nella sessione di ieri il pilota francese è stato vittima di gravi problemi alla moto.

 

Come se non bastasse, la direzione gara gli ha inflitto una penalità di 1 ora per aver mancato un WP (waypoint), mettendo di fatto fine alle possibilità di giocarsi la vittoria finale. Il pilota francese è quindi ora 12esimo in classifica generale a quasi due ore e mezza di distacco dal leader Marc Coma.

 

Faceva molto caldo nella speciale e la sabbia era molto morbida. Per questo stavo prestando particolare attenzione alla temperatura del motore e ancora di più quando mi sono accorto che stavo consumando carburante ad un ritmo allarmante“, ha detto Cyril. “Stavo procedendo per arrivare al WP17 ma ha dovuto tornare indietro quando ho capito che non avrei avuto abbastanza carburante per arrivare in fondo.

5a tappa Dakar 2014, Marc Coma torna al comando

Nella tappa numero 5 da Chilecito a Tucuman, la più lunga di questa Dakar 2014 con 911 km di cui ben 527 di prova speciale, è Marc Coma ad emergere da un gruppo in netta difficoltà.

 

5a tappa Dakar 2014, Marc Coma torna al comando

 

È successo un mezzo “finimondo” ieri, tanto che gli organizzatori sono stati costretti a ridurre la lunghezza della tappa, chiudendo prematuramente al km 211 la parte speciale, nella quale i piloti di testa, Francisco Lopez e Jeremias Israel Esquerre, perdono l’orientamento e iniziano a girare in tondo. Anche lo stesso Coma è dato per disperso. Dunque fermi tutti, e tappa ridotta, ufficialmente, a causa delle temperature estreme che minacciano la sicurezza dei motociclisti.

 

Ma il bello, o il brutto, deve ancora avvenire, perchè è nella seconda parte di gara che si scatena il terremoto. Marc Coma, “disperso” al WP4, viene dato primo al nuovo traguardo della speciale ridotta al km 211, mentre Barreda e Lopez che guidavano la tappa pagano con la carenza di carburante i giri a vuoto della speciale, con il primo che resta a piedi e il secondo che, in riserva, fatica a raggiungere il traguardo. Infine Despres è nuovamente costretto a fare i conti con la sua Yamaha che non vuole saperne di funzionare a dovere, mentre a Goncalves va addirittura in fiamme la moto. Tra i superstiti, resiste bene Paolo Ceci, compagno di squadra di Alessandro Botturi, 29esimo in classifica generale a solo 1 ora e 16 minuti di distacco, e Luca Viglio in 77esima posizione attardato di oltre 4 ore.

 

Dopo un can can del genere, la classifica si modifica pesantemente, con Coma saldamente al comando con addirittura 40 minuti di vantaggio su Barreda. Della serie, ma sappiamo che è così, alla Dakar tutto può succedere!

 

Classifica generale dopo Tappa 5

1. Marc Coma (ESP, KTM) 18:45:11 hrs
2. Joan Barreda (ESP, Honda) +00:41:10
3. Francisco Lopez (CHL, KTM) +00:53:41
4. Jordi Viladoms (ESP, KTM) +00:58:58
5. Alain Duclos (FRA, Sherco) +01:02:13
6. Olivier Pain (FRA, Yamaha) +00:29:38
7. Jakub Przygonski (POL, KTM) +01:14:27
8. Cyril Despres (FRA, Yamaha) +01:23:01
9. Jeremias Israel Esquerre (CHL, Speedbrain) +01:23:30
10. Stefan Svitko (SVK, KTM) +01:30:13

Dakar 2014, la 4 tappa a Juan Pedrero con la Sherco

La 4a tappa della Dakar 2014 ha un vincitore a sorpresa, lo spagnolo Juan Pedrero del Team Sherco Rally Factory, che chiude davanti a tutti la seconda parte della marathon.

 

Dakar 2014, la 4 tappa a Juan Pedrero con la Sherco

 

Le ultime due tappe sono state il primo grande scoglio, dato che con la formula marathon, i piloti non hanno ricevuto assistenza tecnica dalla squadra. I ritiri sono stati dunque molti, alcuni anche illustri, come quello di Faria, Verhoeven, Zanotti oltre ai nostri Marco e Alberto Brioschi, Toia, Napoli, Sabatucci e De Filippo.

 

La vittoria di Pedrero ha generato non pochi scossoni in classifica generale, con Marc Coma che recupera ben 10 minuti su Barreda, che conserva la testa della corsa ma che ieri è stato decisamente meno incisivo rispetto a quanto fatto vedere nelle prime 3 tappe, ed invece Cyril Despres che precipita in classifica in 6a posizione ad oltre 40 minuti dal vertice.

 

Classifica generale dopo Tappa 4

1. Joan Barreda (ESP, Honda) 15:39:53 hrs

2. Marc Coma (ESP, KTM) +00:03:10

3. Francisco Lopez (CHL, KTM) +00:05:12

4. Alain Duclos (FRA, Sherco) +00:25:55

5. Olivier Pain (FRA, Yamaha) +00:29:38

6. Cyril Despres (FRA, Yamaha) +00:41:17

7. David Casteu (FRA, KTM) +00:42:17

8. Jeremias Israel Esquerre (CHL, Speedbrain) +00:46:33

9. Jordi Viladoms (ESP, KTM) +00:49:14

10. Jakub Przygonski (POL, KTM) +00:54:52