Mugello

Valentino Rossi: “La vittoria al Mugello è una questione d’onore”

Il Dottore non usa mezzi termini, al Mugello l’obiettivo è vincere

Non sarà affatto semplice, ma almeno sulla carta Valentino Rossi punta indiscutibilmente al bottino pieno sul tracciato più spettacolare del mondo, che tante volte lo ha visto trionfare, sette volte consecutive nelle annate 2002-2008. Una questione d’onore, insomma, un po’ perchè da sempre questo (e non solo per Vale) è il gran premio di casa, un altro po’ perchè quello di domenica sarà il Gp numero 300 per il nove volte Campione del Mondo.

Valentino Rossi- La vittoria al Mugello è una questione d'onore

Quali sono gli ostacoli che Rossi dovrà superare?

Rossi dovrà dunque scendere in pista determinato a lasciarsi alle spalle un bel po’ di “problemi”: lo ‘zero’ dello scorso anno, quando cadde al primo giro, l’esuberanza di un Marc Marquez che di certo non starà a guardare, ma punterà alla sesta vittoria stagionale, un compagno di squadra Jorge Lorenzo che, alla ricerca della forma psico-meccano-fisica (passatemi il termine) perduta, potrebbe ritrovarla proprio sul circuito toscano, dove ha vinto nelle ultime 3 edizioni.

Le dichiarazione del nr 46 all’arrivo in circuito

Sono molto felice di andare al Mugello. È una bellissima pista e mi piace tantissimo. In palio ci sono sempre 25 punti come nelle altre gare, ma il Mugello è una questione d’onore. Jorge ha vinto le ultime tre edizioni con la Yamaha, facendo gare fantastiche, questo sta a significare che la M1 è molto competitivo su questa pista. Questo fine settimana per me sarà il mio GP numero 300 e non ne sono particolarmente felice: perché vuol dire che sono vecchio! Ma sono in gran forma e posso ancora essere molto veloce.

Auguri di pronta guarigione a Luca Scassa per il grave infortunio!

LUCA SCASSA GRAVE INFORTUNIO NEI TEST DEL MUGELLO DI OGGI. OUT 3 MESI

 

Il toscano stava provando al Mugello l’Aprilia ART MotoGp di Ioda Racing con la possibilita’ di sostituire poi Petrucci (infortunato)  a nella classe regina. La MotoGp.

1

The Rocker ripresosi da poco dall’infortunio al bacino ha picchiato ancora duro, cadendo in curva 2, la Luco, dove negli ultimi esami si evidenzia la frattura scomposta del femore destro.

 

Tutto lo staff del Motoportale.it augura a Luca Scassa una pronta guarigione per tornare in pista il piu’ presto.

 

 

Max Biaggi in pista al Mugello sull’Aprilia MotoGP

Biaggi da il suo contributo nelo sviluppo della moto

Da sempre Max Biaggi e Aprilia sono legati da uno stretto rapporto che spesso si traduce in una vera e propria collaborazione. È così anche in occasione dei test che Aprilia sta facendo al Mugello sulla ART MotoGP che dovrebbe consentire il rientro del marchio nel 2016.

Max Biaggi in pista al Mugello sulla Aprilia MotoGP

Progettazione a tutto campo del prototipo MotoGP

Sulla scia degli importanti risultati ottenuti dalla ART nella categoria CRT, Aprilia sta portando avanti un programma di sviluppo che mira al rientro ufficiale in MotoGP nel 2016. Un progetto tanto ambizioso quanto doveroso, per un marchio glorioso che manca da queste competizioni da troppo tempo.

Le parole di Romano Albesiano, Responsabile di Aprilia Racing: “Max è una parte importante della storia di Aprilia e un pilota di straordinaria sensibilità; ha voluto provare la nostra ART lungo la strada che ci sta portando alla creazione di un prototipo MotoGP. Noi tutti siam lieti di vedere Max di nuovo ai comandi della nostra moto, quando lui guida è sempre uno spettacolo per gli ingegneri e gli appassionati di corse. Le tappe del nostro percorso iniziano a delinearsi, quella di oggi mi piace vederla come un ritrovo tra due amici“.

CIV, il via della stagione 2014 questo week end al Mugello

Riparte al Mugello la nuova stagione del CIV

Il Campionato Italiano Velocità riapre il sipario questo weekend sul circuito del Mugello. A scendere in pista ci saranno la bellezza di 150 piloti, suddivisi nelle varie categorie che da quest’anno saranno quattro, Moto3, Superbike, Supersport e PreMoto3. Si preannunciano dunque gare molto intense a battagliere, con una media di circa 30 piloti per ciascuna categoria.

CIV, il via della stagione 2014 questo week end al Mugello

Un campionato per coltivare giovani talenti

Il format del campionato prevede 10 round articolati su cinque fine settimana (vedi sotto il calendario completo). Il weekend di gara è arrichito da importanti trofei quali il National Trophy, con le classi 600 e 1000, e i trofei E&E Honda, con il trofeo Honda NSF250 che correrà all’interno della classe Moto3, la CBR600RR CUP e la CBR1000 Fireblade Cup. Con questi trofei “a contorno” il circo del CIV muoverà quest’anno quasi 250 moto impegnate nelle varie classi, segno che intorno a questo campionato rimane alta l’attenzione della Federazione, che continua a considerarlo bacino fondamentale per i giovani talenti italiani.

Paolo Sesti, Presidente Federazione Motociclistica Italiana: “Siamo molto contenti del numero d’iscritti, in linea con le passate stagioni. Sono particolarmente interessanti i dati della Moto3 e PreMoto3, le categorie propedeutiche per la crescita e lo sviluppo del vivaio italiano. Confermata anche la presenza di tutte le principali case nella categoria Superbike,  per cui ci aspettiamo un campionato molto positivo. Cresce inoltre l’interesse dei team all’attività nazionale, grazie anche al lavoro svolto per incrementare la visibilità televisiva, con la diretta delle gare sia al sabato che alla domenica su AutoMotoTv, e l’accordo con SKY per la diretta della Moto3 sul canale dedicato ai motori Sky Sport MotoGP HD. Partiamo dunque con ottimismo, cercando di fare sempre il massimo”.

Per maggiori informazioni, visitate il sito ufficiale del CIV.

Calendario MotoGP 2014, è praticamente definitivo

Sembra quasi confermato il calendario MotoGP 2014 che proprio oggi ha avuto l’ultima modifica nell’ordine della tripletta in estremo oriente di fine stagione.

 

Calendario MotoGP 2014, è praticamente definitivo

 

Due gli appuntamenti in Italia, quello del Mugello il 1 giugno e quello di San Marino il 14 settembre e rispetto alla precedente versione provvisoria il Gran Premio di Spagna a Jerez non sarà più “Subject to Contract” (STC).

 

Ecco il dettaglio delle date (ancora non confermate al 100%):

  • 23 marzo – Qatar* – Doha / Losail
  • 13 aprile – Americhe – Austin
  • 27 aprile – Argentina – Termas de Rio Hondo
  • 4 maggio – Spagna – Jerez de la Frontera
  • 18 maggio – Francia – Le Mans
  • 1 giugno – Italia – Mugello
  • 15 giugno – Catalunya – Barcellona- Catalunya
  • 28 giugno – Olanda** – TT Assen
  • 13 luglio – Germania – Sachsenring
  • 10 agosto – Indianapolis GP – Indianapolis
  • 17 agosto – Repubblica Ceca – Brno
  • 31 agosto – Gran Bretagna – Silverstone
  • 14 settembre – San Marino & Riviera di Rimini – Marco Simoncelli Misano
  • 21 settembre – Aragona – Motorland
  • 28 settembre – Brasile (STH) – Brasilia
  • 12 ottobre – Giappone – Motegi
  • 19 ottobre – Australia – Phillip Island
  • 26 ottobre – Malesia – Sepang
  • 9 novembre – Valencia – Ricardo Tormo -Valencia

* Gara in notturna
** Gara il sabato

200 miglia del Mugello, vince la coppia Sessa – Iannuzzo

L’edizione 2013 della 200 Miglia del Mugello è andata alla coppia Sessa – Iannuzzo, su team misto Yamaha R1 e BMW S1000RR.

 

200 miglia del Mugello, vince la coppia Sessa - Iannuzzo

 

È stata una gara ricca di colpi di scena, protagonisti i vari piloti che si sono giocati la vittoria sul tracciato toscano. Il superfavorito Dario Marchetti del Team DRE Ducati ha dovuto prematuramente rinunciare al compagno di squadra d’eccezione, Manuel Poggiali, vittima di un high side alla Bucine che lo ha costretto al forfait. Poi, durante la gara, il team è stato oggetto di squalifica a causa del taglio di pista fatto da Fabio Massei (chiamato all’ultimo per sostituire il Sanmarinese), rimasto senza benzina nel pieno della bagarre per la vittoria.

 

Con il Team DRE fuori dai giochi, la coppia Sessa – Iannuzzo ha avuto a quel punto vita facile, andando a vincere con discreto margine la gara. A completare il podio di questa edizione ci sono rispettivamente il team composto da Dionisi, Cottini, e Altomonte su Honda e quello di Gallazzi e Valia su Ducati.

 

Da segnalare poi il bellissimo piazzamento ottenuto dal team Di.Di. (Diversamente Disabili): Emiliano Malagoli, presidente della Onlus Di.Di., insieme con la compagna Chiara Valentini (campionessa europea classe 600 nel 2006 e segretaria di Di.Di.) ha concluso 18° assoluto (5° tra le 600) a bordo della Suzuki del team Falaschi. Umberto Lisanti ha terminato al 12° posto (9° tra le 1000); in equipaggio con lui Christian Serri e Giovanni Faccioli.

200 miglia del Mugello in scena questo weekend

Nel week end ormai alle porte, il Mugello ospiterà l’edizione 2013 della 200 miglia, la celebre gara di endurance che riporta sul circuito toscano il fascino delle gare di durata.

 

200 miglia del Mugello in scena questo weekend

 

I piloti scenderanno in pista in squadre da 2 o 3 componenti, ciascuna sulla propria moto, e dovranno percorrere appunto la distanza di 200 miglia, pari a circa 325 chilometri, ovvero 62 giri.

 

In pista anche il team Ducati DRE con una coppia di piloti davvero speciale, Dario Marchetti, già vincitore lo scorso anno e l’ex campione del mondo Manuel Poggiali. La partenza avverrà nel classico e avvincente stile endurance, con le moto schierate a lisca di pesce sul bordo destro del rettilineo di partenza dell’autodromo e i piloti posizionati in corrispondenza ciascuno del proprio mezzo dal lato opposto della carreggiata. Gara sempre molto affascinante sia per la durata, ma anche per il fatto che il risultato finale non è frutto del lavoro di un singolo pilota ma di una squadra.

 

Sono ammessi i piloti in possesso di licenza velocità valida per l’anno 2013 di tipo Junior, Senior, Miniold, licenza UEM e starting permission della propria Federazione. Possono scendere in pista le moto da 600cc in configurazione 600 Stock, 600 Supersport, 600 Aperta con l’ammissione anche dei modelli Ducati 848, e di 1000cc, secondo le specifiche delle classi Superbike, Open, Stock 1000. Verrà stilata una classifica assoluta, con l’aggiunta di una graduatoria per la classe 600 e una per la 1000, ognuna con premiazione dedicata.

Jorge Lorenzo: "Congratulazioni Marc!"

Jorge Lorenzo esce sconfitto ma soddisfatto dalla battaglia mondiale con Marc Marquez. Il maiorchino ha condotto infatti una stagione impeccabile, pur non essendo riuscito a sconfiggere il rookie della Honda.

 

Jorge Lorenzo- Congratulazioni Marc

 

8 vittorie stagionali e 330 punti non sono numeri che possono riferirsi ad una stagione negativa, sono un risultato comunque soddsfacente anche se non valgono il titolo. Su questo Jorge Lorenzo non può dubitare, e allo stesso tempo nemmeno rimproverarsi di nulla. L’unico rammarico forse potrebbe essere legato ai due infortuni, quello di Assen e poi quello del Sachsenring: senza quelli magari la storia sarebbe potuta essere diversa, visto che poi alla fine i punti di distacco dal nr 93 sono solo 4.

 

Quindi chapeaux al vincitore e appuntamento alla prossima stagione: “Prima di scendere in pista abbiamo pensato di cambiare strategia per rallentare il gruppo, però gli altri erano troppo lenti. Ho fatto una bella battaglia, con Dani Pedrosa, ho rischiato un po’ e gli chiedo scusa. Quando però ho visto che gli altri erano troppo lontani mi sono detto: andiamo a vincere e basta. Comunque congratulazioni a Marc, che è stato un campione. Non è bastato avere più vittorie di tutti, ha fatto una grande stagione per essere un rookie. L’anno prossimo bisognerà andare più forte di lui, noi e la Yamaha possiamo migliorare come passo. Certo, sarà dura come sempre, lottiamo con grandi piloti. Gli unici errori sono stati le cadute in Olanda e Germania, senza quelle avremmo più punti. Però anche Marc è caduto al Mugello ed è stato squalificato a Phillip Island. Marc è il giusto vincitore, noi ci riproveremo l’anno prossimo”.

Valentino Rossi: "Non siamo abbastanza veloci"

È con queste parole che Valentino Rossi si appresta ad affrontare il weekend del Mugello, parole amare e allo stesso tempo realistiche sulle attuali potenzialità del binomio Dottore/Yamaha.

Valentino Rossi Non siamo abbastanza veloci

Il Mugello è la pista per eccellenze, il tracciato amico in cui Vale si è sempre sentito a casa. La speranza di veder tornare però il nove volte Campione del Mondo davanti a tutti è andata via via riducendosi dopo quel fantastico secondo posto con rimonta della prima uscita in Qatar. Jerez e LeMans, anche questi tracciati sulla carta favorevoli alla Yamaha, hanno delineato un verdetto abbastanza impietoso.

Valentino Rossi arriva ora al Mugello con i piedi per terra e realismo da vendere: “Non siamo abbastanza veloci per il momento, soprattutto in condizioni di pista asciutta e dovremo lavorare parecchio per far rendere la moto al massimo. La gara al Mugello sarà durissima, ma fare un buon risultato sarà d’obbligo. Un podio sarebbe bello. Ci saranno tante persone a sostenermi quindi non posso che essere felice di correre in casa. In più amo questa pista ed è fantastico tornarci con Yamaha”.

A mettere ulteriori incertezze ci si metterà molto probabilmente anche il meteo, visto che per il weekend è prevista pioggia. Staremo a vedere.

Al via la Michelin Power Cup 2013

Il prossimo weekend vedrà prenderà il via sul circuito di Misano AdriaticoMarco Simoncelli” la 5.a edizione della Michelin Power Cup, trofeo nazionale riservato a piloti non professionisti.

Al via la Michelin Power Cup 2013

Da quest’anno la Michelin Power Cup entra a far parte della serie cadetta della velocità nazionale e sarà dunque inserita in un contesto più prestigioso che le darà certamente maggior visibilità. La competizione si snoderà su 5 appuntamenti ospitati nei tracciati più famosi d’Italia: oltre a Misano, su cui si correrà di nuovo il 7 luglio, la coppa farà tappa a Imola, a Vallelunga e al Mugello.

Anche in questa edizione 2013 le griglie di partenza si presenteranno abbastanza affollate, segno che la formula offerta dagli organizzatori piace e attrae numerosi appassionati. Nella classe 600 si schiereranno 40 piloti, mentre 29 saranno quelli che popoleranno la griglia di partenza della classe 1000. Proprio in quest’ultima tornano più combattivi che mai i due alfieri del VECM Racing Team, Andrea Tartari e Fabio Villa, che anche quest’anno cercheranno di spremere al massimo le loro BMW S1000RR. Il Brem Brem Racing Team fa il tifo per loro.

Il programma di Misano Adriatico prevede per sabato 20, dalle 8.30 alle 9.15 e dalle 14.20 alle 15.05, le prove di qualificazione mentre domenica 21 le gare scatteranno alle 9.30 (classe 1000) e alle 10.10 (classe 600).

Foto: powercup.it

Domande sull’articolo? Contatta la redazione